Categorie
Metaforacce

Quando usciremo di casa

Quando usciremo di casa saremo tutti un po’ più flaccidi. Non grassi, flaccidi. Che è peggio. Saremo di un colorito grigiastro e saremo diventati tutti presbiti o astigmatici. Un po’ come i vampiri di una volta, mica quelli di oggi. Ci guarderemo negli occhi a distanza, quegli sguardi che hanno un valore. Quelle occhiate che […]

Categorie
Metaforacce

Lilliput

Si parla di quella limitatezza che provavi da bambino, quando si viaggiava in macchina. Magari per andare lontano. Le ore. Da bolide a loculo nel giro di pochi chilometri. Però si parla di bambini, ovvero quando tutto è scoperta inconsapevole. Ogni cucitura si può trasformare in una pista, o un sentiero dove chissà quale tipo […]

Categorie
Metaforacce

Augé

Di questi tempi bui, almeno ci sono i saldi. Negli outlet. Anzi, outlet village che rende il tutto più cosmopolita e umanisticamente utopico. Quei conglomerati di casette finte piene più di manichini che di inquilini. Si inventano pure i nomi delle vie, delle piazze. Manca solo una giunta comunale, magari di centrodestra che così ci […]

Categorie
Metaforacce

Belzebù

lo sapevo che questa cosa dei fenomeni virali prima o poi ci sarebbe sfuggita di mano. Possiamo dire che stiamo diventando sempre più didascalici. E dire che mi ero promesso di non citare nemmeno alla lontana il caso epidemico contemporaneo, ma che vuoi farci. Se non sei tu a seguire il trend, sarà lui a […]

Categorie
Singoli

“Sex Machine”

Una volta ho letto un articolo che spiegava come, in assenza di apparato riproduttore, probabilmente saremmo tutti vestiti nello stesso modo. Facilmente ci esprimeremmo tutti allo stesso modo, sempre se fosse ancora necessario esprimerci. Di conseguenza credo si possa affermare che una buona parte della nostra identità si conformi in base agli altri. Non so […]

Categorie
Singoli

“Three little Birds”

Che poi, da tempo io sto rimuovendo con successo quasi tutti i ricordi legati alla scuola, intendo quella in cui sei obbligato ad andarci. Poi ad esempio, le nozioni imparate quando avevo 5 anni e mezzo chi se le ricorda più. Però da qualche parte devono essere finite, sennò sai che fregatura? Non so come […]

Categorie
Singoli

“Anthropology”

C’ho un pensiero che mi attanaglia da un po’. Forse è un pregiudizio, forse è una presa di posizione. Non lo so. La prenderei larga, ossia nel riconoscere che la società di pone sotto gli occhi diverse prove del fatto che sei giunto in quella fase della vita in cui potresti essere definito adulto. Che […]

Categorie
Singoli

“Killing me softly”

Boh. Cioè, non lo so. Non riesco a decidermi. Per la testa passano solo pensieri relativi o all’amore o ai serial killer. Che poi, detta così potrebbe anche suonare come un’ammissione o una dichiarazione alquanto criminosa. ‘Sticazzi. E comunque, come ci insegna il postmodernismo, tutto è collegato. O forse era il Buddha che lo diceva? […]

Categorie
Singoli

“Wake me Up”

Riflettiamo un po’. Cioè, io rifletto voi fate un po’ come vi pare. Questa mattina mi sono trovato in quella comune condizione esistenziale secondo la quale sei fisiologicamente portato a ritardare la sveglia del cellulare per collassare ancora un po’. Di conseguenza mi sono trovato a riflettere sul come sia evidente che questo temporeggiare sia […]

Categorie
Singoli

“Empty Spaces”

Avete presente i vuoti? Okay, è una domanda del cazzo, chi non ha presente quei momenti in cui a una certa consapevolizza che stava fissando, che ne so, tipo un forno a microonde da minimo 2 minuti? Sono 120 secondi, vergogna. Oppure quando controlli le notifiche sul tuo cellulare ogni 25 secondi circa, non riesci […]